Banner
Banner
Banner

 3 visitatori online
Flat Line Oscillation PDF Stampa E-mail
Scritto da Lorenzo - Il Clubmaker   
Venerdì 12 Marzo 2010 23:04

 

 

Flat Line Oscillation vuol dire letteralmente linea d'oscillazione piatta.

Con questo termine si intende quel processo che di fatto stabilisce qual'è la posizione migliore nella quale assemblare uno shaft con la testa. Come abbiamo visto nei paragrafi riguardanti la spinatura, già avremo capito in che verso va montato uno shaft. Trovata la NBP, lo spine e capito in quali posizione devono rispettivamente trovarsi mi viene da chiedermi se davvero sarò così bravo a posizionare lo shaft in maniera eccellente. In effetti no, a meno che non disponga di queste istruzioni riguardanti la Linea d'oscillazione Piatta, che d'ora in avanti chiameremo FLO. La linearità di oscillazione di uno shaft può variare a seconda della forma e del peso della testa, quindi il test del FLO va condotto tenendo sullo shaft esclusivamente la testa che vi dovremo installare.

A livello pratico, dopo la procedura di spine finding (vedere "Spine Finding") ci dovremmo trovare con shaft e testa ben allineati ma non ancora incollati fra loro. A questo punto, andiamo a fissare lo shaft nel butt-end in una normle morsa posizionandolo in orizzontale e con la faccia del bastone rivolta perpencolare verso il pavimento. Dopo esserci procurati un laser ed averlo applicato allo shaft vicino alla testa, lo accendiamo facendo in modo che punti su una superficie piatta che avremo posizionato in precendenza e in corrispondenza di dove puntano shaft e laser. A questo punto abbiamo uno shaft fisso per una estremità ma libero di oscillare nell'altra, con un laser che ci mostrerà in maniera marcata il percorso che esso farà una volta fatto oscillare. Applichiamo una leggera pressione sullo shaft verso il basso, e quindi cercando un oscillazione parallela al bersaglio che in questo caso è il pavimento, e rilasciandolo  lo vedremo iniziare il suo giro di oscillazioni ed il laser si muoverà con lui. Molto probabilmente il laser descriverà un cerchio, quindi l'oscillazione non sarà piatta. Quindi rilasciamo la presa della morsa liberando lo shaft, lo facciamo girare di qualche grado, e lo ri fissiamo in morsa. La testa si sarà girata con lo shaft e noi la dobbiamo riportare nella posizione di prima, facendola di nuovo puntare al terreno. Ripetiamo l'oscillazione fino a che non troviamo la posizione in cui l'oscillazione desciverà una linea piatta.

Mi rendo conto anche qui che spiegare una procedura simile a parole non è facile (sopratutto per uno che non fa lo scrittore) , quindi vi rimando ancora ad un paio di video di youtube che completeranno quello che ho cercato di esprimere a parole.

http://www.youtube.com/watch?v=k4PUDXvfSsM&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=oncXSFLR5RE&feature=related

Come potete vedere, le conseguenze di un cattivo posizionamento dello shaft portano a oscillazioni disastrose e molto inconsistenti durante la flessione e quindi nell'esecuzione del colpo.

Una volta trovata la posizione perfetta, dove abbiamo quindi una oscillazione lineare, non dobbiamo fare altro che fare un piccolo segno sullo shaft e uno sulla testa il più vicino possibile uno all'altro. Questo ci sarà indispensabile per incollare in ultimo queste due parti nella giusta posizione.

Consiglio di tenere questa procedura come ultimo passo prima dell'incollaggio della testa, e di effettuare il test con il bastone già bilanciato e tagliato alla lughezza finale. Eventuali tagli o aggiunte e sottrazioni di peso dopo la rilevazione del FLO potrebbero alterare i nostri esiti.

Ultimo aggiornamento Venerdì 26 Marzo 2010 22:31
 

Banner
Banner


Powered by Joomla!. Designed by: ThemZa themes ntc hosting Valid XHTML and CSS.