Banner
Banner
Banner

 5 visitatori online
Il Grip PDF Stampa E-mail
Scritto da Lorenzo - Il Clubmaker   
Domenica 07 Marzo 2010 08:26

 

 

IL GRIP

 


Il  GRIP, ovvero il manico ovvero l’impugnatura, che dir si voglia, è il primo punto di contatto che vi è tra il giocatore e la pallina, per questo motivo le sue caratteristiche giocano una notevole importanza nell'assemblaggio e nel buon funzionamento del bastone da golf.

Il GRIP deve rendere il contatto con il bastone il più confortevole possibile e - al tempo stesso - trasmettere al giocatore la sensazione di una buona presa.

 


Paragrafo 1. Sezione

 


I grips hanno sempre sezione circolare per tutti i ferri e i legni, solo per i putters sono ammessi dalle regole grips dalla sezione circolare con un lato piatto, che generalmente si trova sulla parte anteriore dello stesso.

 


Grip sezione circolare:                        Grip per putter con lato piatto:

Grip sezione circolare Grip per putter con lato piatto

 


Paragrafo 2. Composizione

I grips sono composti per lo più da miscele di gomma e silicone, ma in commercio sono presenti anche grips in pelle.

La vasta gamma dei grips in gomma offre svariate tipologie di costruzione che vanno dal disegno dell’impugnatura, alla colorazione e alla presenza di ‘’corda’’. Quest’ultima varietà miscela alla gomma sottili filamenti di corda, i quali contribuiscono a una migliore presa con mani umide o bagnate, ma come possiamo immaginare questo va a discapito della morbidezza e quindi del ‘’feeling’’.


Grip in gomma:

Grip in gomma

Grip in pelle:

Grip in pelle

Grip in corda:

Grip in corda

Grips Colorati:

Grips colorati

 


Paragrafo 3. Dimensione

La dimensione del grip (che ne subordina il peso) è la caratteristica che più interessa al CLUBMAKER (l’esperto che vi assembla il bastone).

Il colore e la composizione sono dettagli che vengono valutati e scelti solo in base al gusto del giocatore, ma la dimensione e quindi il preciso diametro più adatto viene stabilito in base alla misura della vostra mano. Il vostro CLUBMAKER  dispone di una tabella che gli consente di determinare la giusta misura del vostro grip, ma questo solo dopo aver misurato la lunghezza del vostro dito medio (misura B) e la lunghezza totale della mano dal polso alla punta del dito medio (misura A).

 

 

Hand Diagram

 

Alcune case costruttrici dispongono di una gamma completa di grips di tutte le dimensioni, in una scala che si sviluppa da: -3/64, -1/32, - 1/64, standard, +1/64…e così via.

Se la produzione di grips di diverse dimensioni portasse un reale contributo, aiutando il giocatore nel trovare quello più adatto a lui, sarebbe fantastico. Peccato che in realtà non è così.

Immaginiamo che, dopo un accurata misurazione della mia mano (come descritto in precedenza), il diametro interno del grip più adatto a me sia quello ‘’standard’’, ovvero 0.600 pollici.

Cosa accadrebbe a questo grip, quando lo monterò su uno SHAFT con il diametro esterno del suo BUTT-END (la parte finale dello SHAFT, quella che sta sotto il grip) maggiore rispetto a quello interno del grip??

Succederà che il grip andrà comunque sullo SHAFT, ma essendo in gomma e in grado di dilatarsi perderà ovviamente le sue dimensioni originarie diventando più ‘’largo’’.

Per questo il clubmaker dovrà effettuare alcune piccole verifiche prima dell'installazione.

Il suo compito sarà quello di verificare che lo SHAFT su cui sta lavorando abbia una dimensione che non influenzerà, una volta montato, la dimensione del grip stesso.

La dimensione del BUTT END degli SHAFTS da uomo non permette purtroppo di avere un grip di diametro inferiore allo standard; in quanto il loro diametro è raramente inferiore a 0.600 pollici e quindi qualunque grip prodotto di dimensione inferiore una volta montato raggiungerà come minimo un diametro ‘’standard’’.

Lo stesso discorso ovviamente è valido anche per i grips da donna; l’unica reale modifica che quindi saremo in grado di apportare a un grip è quella di maggiorarlo.

La tecnica consiste sostanzialmente nel porre uno o più giri di nastro solitamente di carta, sul BUTT END dello shaft e sotto al grip.

 

 

Nastro a spessorare lo shaft Calibro per grip

 

Tale operazione consente di “spessorare” il BUTT END e portarlo alla dimensione necessaria a modificare il diametro finale del grip che infine verrà misurato con un apposito calibro.

 

Un giocatore con una mano ‘’piccola’’ o con dita ‘’corte’’ difficilmente potrà avere un grip adatto a lui, tuttavia potrebbe trovare un minimo di beneficio montando sul suo bastone da uomo un grip da donna. Il grip da donna, per poter essere di diametro inferiore, è anche più sottile a livello proprio di quantità di materiale usato. Quindi, montato su uno shaft da uomo, risulterà leggermente più piccolo, ma vi assicuro veramente di poco….quasi impercettibile.

Conclusione

Concludendo, possiamo dire che è importante avere un grip che sia di una buona marca e formazione, che sia sempre in buone condizioni di tenuta e, fondamentale, che sia più o meno della misura adatta alla nostra mano.

Usiamo il termine ‘’ più o meno’’ perché come abbiamo visto le variabili che influenzano le reali dimensioni del grip sono molteplici e anche che purtroppo portano a ben poche soluzioni di personalizzazione.

 

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 20 Ottobre 2011 15:53
 

Banner
Banner


Powered by Joomla!. Designed by: ThemZa themes ntc hosting Valid XHTML and CSS.